Toniolo: l’oro di Banca d’Italia non è il tappabuchi del debitoQuei lingotti in pegno nel ‘74