Silvia, la nostra coscienza perduta tra i sentieri battuti dell’Africa