Schedati e perseguitati, i malati psichiatrici al tempo del nazionalsocialismo