Il «ritorno» della fiducia e la funzione svilita del Parlamento