Il Regno Unito pensa al colpo di spugna sui crimini militari commessi in guerra