Foibe, il ricordo che divide