CRESCE L’ITALIA DELLE RINNOVABILI IN AFRICA

Nel settore delle rinnovabili, l’Italia comincia a marciare bene in Africa. Ne è la riprova l’accordo firmato da RinnovabiliFimer, società italiana attiva nella produzione di inverter per impianti fotovoltaici di grandi dimensioni. RinnovabiliFimer ha infatti sottoscritto un importante accordo con il gruppo Elec El Djazair per la realizzazione in Algeria di una serie di impianti fotovoltaici. L’accordo rientra nel piano decennale di stato che promuove lo sviluppo di energie alternative, con un primo investimento di 4-5 miliardi di dollari per il fotovoltaico nei prossimi 4-6 anni. Il programma prevede l’installazione di 22.000 MegaWatt di energie alternative nei prossimi 10-12 anni, di cui 13.500 Mw da solare fotovoltaico,

«Con questo accordo – ha dichiarato Ambrogio Carzaniga presidente di Fimer – il nostro gruppo si candida a diventare leader di riferimento per tutto il programma di energia solare in Algeria».

Elec El Djazair è un gruppo industriale pubblico, controllato interamente dallo Stato, che comprende 12 aziende attive nei settori elettrico, elettronico e delle telecomunicazioni. Fimer è già presente in Africa con una serie di impianti installati in Zambia, Egitto, Congo Brazzaville.

Fimer produce stazioni di ricarica elettrica (colonnine) per gli E-vehicles, inverter per impianti fotovoltaici di grandi dimensioni su scala globale e prodotti per la saldatura industriale. È stata la prima azienda in Italia nel 1983 ad applicare la tecnologia inverter ai propri prodotti per la saldatura industriale, una conoscenza e competenza che ha consentito l’espansione ed una rapida crescita anche nei settori degli impianti per l’energia solare e mobilità elettrica.